Il successo dei rimedi naturali

Fitoterapia, fiori di Bach o omeopatia: quanti di questi termini, un tempo conosciuti solo dagli addetti ai lavori, oggi fanno parte del nostro lessico quotidiano? Ci destreggiamo abilmente tra tisane, decotti e gocce che possono risolvere quei piccoli malesseri che turbano la nostra serenità. Un recente sondaggio ha evidenziato che il 71% dei malanni possono essere curati con successo grazie ai rimedi naturali. Ma perché hanno così tanto successo?

L’avvento della New Age, tra tante teorie più o meno discutibili, ha portato con sè un concetto rivoluzionario: il sintomo è la spia di un disagio che parte dai meandri più nascosti dell’io. La malattia diventa il linguaggio sensibile della nostra sfera emotiva e comprendere cosa c’è che non va porta allo sradicamento del malessere alla base. La medicina allopatica sopprime il sintomo senza curarsi di quello che lo ha scatenato. Le cure naturali, invece, devono il loro successo al percorso a ritroso che le porta fino alla causa. Un rimedio naturale è più lento rispetto al farmaco naturale ma più efficace, perché arriva al nodo del problema.

I rimedi naturali non hanno effetti collaterali importanti, soprattutto se assunti nelle dosi consigliate dal medico. I farmaci tradizionali, invece, molte volte scatenano reazioni inaspettate a carico di molti organi.
Inoltre, curarsi con i rimedi naturali, è semplice e immediato. Un improvviso mal di denti può essere alleviato, in attesa del dentista, da uno spicchio di aglio o la raucedine può essere curata dal mix benefico di miele e limone. Sono elementi che abbiamo a portata di mano e che ci consentono di intervenire tempestivamente e trovare sollievo dal dolore.

Particolarmente affascinanti sono quelle cure naturali che cercano di comprendere le ragioni di un malessere. Un’emicrania non è soltanto dolore sordo o lancinante. Il mal di testa può essere sinonimo di rifiuto, di un blocco o di una rabbia inespressa. Il farmaco tradizionale toglie il dolore ma la floriterapia cerca di rimuovere quel quid che scatena il malessere psicologico. Questa è la teoria alla base, ad esempio, dei fiori di Bach. Trentotto essenze floreali che cullano l’anima dell’individuo e lo conducono alla piena consapevolezza di sè. Un ottimo sito dove conoscere tutti i rimedi naturali è http://consiglibenessere.org/

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *